Il dolore emotivo

Il dolore è un’ esperienza che coinvolge aspetti fisiologici, cognitivi ed emotivi. Il dolore fisico che sperimentiamo quando una parte del corpo subisce un danno, è dovuto all’esistenza di un circuito cerebrale specifico che si attiva e ci avverte di quanto sta accadendo a livello corporeo, ma quando invece questo dolore non proviene da una parte del corpo, ma è proprio nella nostra mente? Molte persone sperimentano delle sofferenze con correlati emotivi come tristezza, paura, rabbia, ansia, raccontandolo come dolore vero e proprio: “provo un dolore dentro di me”, ma questo sembra essere più sfuggente, perché non riusciamo a definire il “luogo” preciso dove sentiamo questo dolore, lo proviamo e basta. A questa esperienza sono poi associati comportamenti di evitamento di situazioni che possono portare a sperimentare dolore, così proprio come si evita di mettere la mano sul fuoco, perché valutiamo la possibilità che questo possa farci del male. Alcune volte invece, questo dolore mentale non trovando ascolto viene “trasferito” o meglio somatizzato su una parte del nostro organismo, generando possibili patologie più o meno gravi, come la tanto conosciuta e dibattuta sindrome del colon irritabile, la gastrite “nervosa” e via via numerose altre malattie. Studi di neuroimaging hanno evidenziato che gli stessi circuiti cerebrali che si attivano quando viene danneggiato una parte del nostro corpo, sono gli stessi che vengono attivati quando sperimentiamo delle ferite emotive, come quelle derivate da un rifiuto sociale, l’abbandono dalla persona amata, la rottura di una relazione, un lutto… Molte persone presentano un’abitudine a non esternare le proprie emozioni e non prestare attenzione alle proprie ferite emotive, che però rimangono lì, aperte e sanguinanti anche per molti anni, a cui magari ne sopraggiungono di nuove, senza ricevere alcun ascolto e cura, e proprio come una ferita non curata, posso portare a conseguenze anche gravi sul piano della salute. E’ importante imparare a coltivare un contatto con il proprio sé, essere consapevoli di ciò che proviamo a livello mentale, prenderci cura delle nostre ferite emotive, sforzarci di comprendere ciò che accade nella nostra realtà psichica e assumerci la responsabilità di agire per il nostro benessere mentale ed emotivo.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com